ERO-TIC 3 (2020)

 

Eva Robin’s espone alcuni lavori che lei stessa definisce “i miei mostri interiori”.

Carichi di irriverenza, si possono suddividere in una sorta di trilogia: i “Rifatti” - fotografie trovate su cui interviene stravolgendo il senso, gli “Intrusi” - quadri di maniera in cui inserisce un elemento che disturba l’atmosfera, sempre con un filo ironico e infine i “quadri di sana pianta” nati dall’incontro quasi imbarazzante con la tela bianca e con il linguaggio della pittura.

 

La morte ti fa Bella

ERO-TIC 2 (2019)

 

Nella sezione ERO-CLICK il fotografo Ennio D’Altri ha esposto una selezione di ritratti di Eva Robin's e alcuni scatti della serie intitolata per l'occasione "Promenade Ero-Tic”.